Passeggiate

PerLePrealpi

PerLePrealpi – Giornata dei Sentieri – Domenica 27 ottobre 2013 

Ecco a voi l’album dell’evento PerLePrealpi, una camminata “comunitaria” lungo tutte le nostre Prealpi (ma con puntatine anche verso la pianura), con lo scopo di sistemare la segnaletica lungo i percorsi stessi e raccogliere qualche rifiuto abbandonato in estate…Ma PerLePrealpi non è stato solo una passeggiata di persone attente all’ambiente, è stato una dimostrazione d’amore nei confronti del nostro territorio, un’unione di gruppi che non si conoscevano a fondo ma che hanno lo stesso obiettivo, segnale forte che si può fare tanto per aiutare il nostro territorio che da sempre ci accoglie. Si può fare tanto da soli, ma soprattutto INSIEME. Grazie a tutti!

 

I rappresentanti di varie associazioni del territorio hanno organizzato per il prossimo 27 ottobre una giornata dedicata ai sentieri delle Prealpi nella quale contemporaneamente i camminatori percorreranno vari itinerari compresi fra Caneva e Segusino. I messaggi dell’iniziativa sono il rispetto e la valorizzazione del paesaggio, pertanto durante le escursioni si svolgerà la pulizia dei sentieri con la raccolta dei rifiuti abbandonati durante l’estate.

Esistono vari gruppi che si occupano, ciascuno nel proprio ambito, della riscoperta e della manutenzione dei sentieri. Il loro meritevole lavoro è poco conosciuto dagli escursionisti e dai “colleghi” di altre zone delle Prealpi.

Giovanni Carraro, attraverso le sue due recenti guide sulle Prealpi Trevigiane, ha offerto al grande pubblico una chiara visione del valore delle nostre montagne: un tesoro di natura, di storia, di cultura e tradizione. Questo lavoro di divulgazione ha permesso la conoscenza reciproca di molte persone che hanno in comune un forte legame con la loro valle o il loro borgo. Non tutti sanno che l’arco prealpino trevigiano, non sempre valorizzato perché sopraffatto da vette dolomitiche più vocate, ha in sé un bagaglio di storia notevole ed un patrimonio di oltre 800 km di sentieri.

Da qui è nata l’idea di PerLePrealpi: una iniziativa, basata sulla collaborazione di persone e gruppi, che vuole essere un invito corale a vivere e prendersi cura delle nostre Prealpi per portare in alto il loro valore.

La proposta è stata finora accolta da una ventina di associazioni di volontari che si sono rese disponibili a guidare il pubblico su altrettanti percorsi sia collinari che di montagna, sia semplici che impegnativi. I comuni di Cison di Valmarino e di Refrontolo sono stati i primi a dare il proprio patrocinio all’evento, ma, oltre ad essi, tanti altri stanno ingrossando le fila.

Nei profili Facebook: “I sentieri nascosti delle Prealpi trevigiane” e “Riscoprire le Prealpi trevigiane” e nel nostro sito, si possono trovare i recapiti dei volontari, le descrizioni delle varie uscite e le modalità di iscrizione. Un team di lavoro per un’iniziativa che non ha precedenti. Saranno bene accolte le nuove adesioni di altri gruppi. Arrivederci sui nostri sentieri!

SCEGLI L’ITINERARIO CHE VUOI PERCORRERE E ISCRIVITI ALLA PASSEGGIATA CHE PREFERISCI CONTATTANDO DIRETTAMENTE LE PERSONE/ASSOCIAZIONI CHE ADERISCONO ALL’INIZIATIVA (tutte le informazioni e i riferimenti ai link sottostanti) 

Camminate da Est a Ovest

Schede dettagli escursioni

 

 

Amici dei Loff – Cison di Valmarino

Amici dell’Antica Pieve – San Pietro di Feletto

Ass. ArcheoSusegana

AssociazioneCis – Mosnigo

Ass. Liberi Pescatori Val Lapisina – V. V.

Ass. Una montagna di sentieri – Q. d. P.

Ass. Via dei Mulini – Cison

C.A.I. sez. “Velio Soldan” – Pieve di Soligo

Gruppo Corin – Valmareno di Follina

Gruppo Barbisano – Pieve di Soligo

Legambiente – Sernaglia

Le Roe – Farrò di Follina

Lumache – Osigo

Maurizio Bozzolo – Vittorio Veneto

Michele Bastanzetti – Vittorio Veneto

Neta troi di Revine – Lago

Nordic walkers – Sinistra Piave

Pro Loco – Nove – San Floriano

Pro Loco – Stevenà

Renato Stramare – Segusino

Passeggiate autunnali

Ambiente e Resistenza

Le tre tradizionali passeggiate autunnali di Legambiente Sernaglia saranno dedicate ai monumenti che ricordano luoghi e protagonisti della Resistenza. Quest’anno cade il 70° anniversario delle tragedie successive all’8 settembre 1943 e dell’inizio di forme organizzate di lotta contro l’invasione tedesca ed il nazi-fascismo. Le escursioni si svolgeranno nelle prime tre domeniche di ottobre con ritrovo alle ore 14.00.

Il 6 ottobre si percorreranno le colline tra Follina (parcheggio subito dopo la rotatoria all’inizio del paese) e Miane.

Il 13 ottobre si partirà dalla chiesa di Guia per raggiungere il monumento al patriota Toni Adami a San Stefano.

Il 20 ottobre dalla località Canal di Col San Martino si salirà sul Monte Moncader.

Lungo i tre itinerari si incontreranno vari cippi e lapidi che ricordano i combattenti caduti per la libertà. Ai partecipanti sarà dato in omaggio il pieghevole che l’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia del Quartier del Piave ha realizzato per far conoscere il contributo della nostra zona alla guerra di liberazione.

Il collegamento fra gli impegni consueti di una associazione ecologista e la storia della “guerra civile” italiana non sembra ovvio. Andrea Zanzotto però, nell’introduzione agli atti del convegno “Geografia della Resistenza”, svoltosi a Vittorio Veneto vari anni fa, ha efficacemente richiamato l’attualità dei valori di quel periodo drammatico quali riferimenti per affrontare l’emergenza ambientale, la minaccia rivolta “contro la vita stessa nel nostro pianeta” : “Bisogna inventare idee, azioni capaci di sventare una catastrofe che potrebbe essere universale: e oggi solo in questo modo si potrà rendere un attivo e costante tributo di riconoscenza e onore a tutti i martiri della Resistenza (del secolo scorso) e di una “resistenza perenne” che mai potrà venir meno, se si vuole che esistano pace, libertà, giustizia, che esista una vita degna di questo nome”.

Per queste ragioni il circolo Legambiente di Sernaglia esprime profonda solidarietà a don Albino Bizzotto, di Beati i Costruttori di pace, il quale, attraverso uno sciopero della fame, ha riportato l’attenzione generale sul degrado ambientale. Sono necessarie tante azioni di resistenza contro chi continua ad inquinare e a cementificare il territorio danneggiando irreparabilmente le sue risorse ecologiche ed agricole. Negli ultimi 30 anni nel Veneto è stato cementificato più del 20% del terreno coltivabile. Nella realizzazione delle grandi opere si è ripetuto un copione di assenza di trasparenza, impatto ambientale intollerabile, corruzione, favoritismi fra politici e imprenditori, continua lievitazione dei costi: il caso del “Mose” di Venezia oggi d’attualità rientra in questo triste schema. Continuare a costruire grandi opere, centri commerciali, strade e bretelle e nello stesso tempo importare cibo straniero non produce sviluppo ma distruzione. I capitali pubblici, oggi concentrati nelle mani dei pochi che gestiscono il business delle grandi opere, vanno distribuiti capillarmente nei piccoli progetti di tutela ambientale, agricoltura sostenibile e turismo diffuso che possono coinvolgere grandi numeri di protagonisti e fungere da volano economico. Tutti siamo chiamati a sostenere questo cambiamento attraverso l’informazione e la partecipazione.

passeggiate autunno 13

5 camminare in autostrada

Tra i colli e la Piave – Colfosco – Passeggiata

Grande Lucio, il nostro amato e improvvisato fotografo! E grazie a voi…111 camminatori!

Passeggiate autunnali 2012

Proponiamo tre escursioni sulle colline del Quartier del Piave e dintorni
a scopo ricreativo con spunti per osservazioni naturalistiche e storiche.
Partecipazione gratuita ed aperta a tutti!

  • Domenica 7 ottobre 2012
    Revine Lago – Tarzo
  • Domenica 14 ottobre 2012
    Refrontolo – Pieve di Soligo
  • Domenica 21 ottobre 2012
    Susegana

 

scarica il volantino dettagliato
(informazioni al n° 0438 82522 Marcello).

Leonardo Muraro alle Fontane Bianche di Sernaglia per dire “No alla diga di Falzé”

Ben più di duecento visitatori hanno partecipato alla manifestazione di domenica 29 aprile proposta
dal circolo Legambiente di Sernaglia e sostenuta dall’Amministrazione Comunale e dal Comitato Anti-diga.

DSC_1467 (Small)
Con il suo intervento, il presidente della Provincia di Treviso ha dato un importante contributo alla difesa del valore inestimabile di questo tratto della golena del Piave ed ha  ribadito che la sicurezza idraulica può essere garantita applicando la legge in vigore cioè realizzando opere di minimo impatto ambientale lungo tutto il corso del fiume. I pregi naturalistici e storici del territorio, il loro valore economico, sono stati evidenziati dalle altre autorità intervenute fra le quali vanno ricordati sindaci  ed assessori comunali del Quartier del Piave, il Presidente del Consorzio Bonifica del Piave, rappresentanti dell’Ordine degli Ingegneri, rappresentanti di associazioni del Montello e degli speleologi veneti.


Il pubblico è stato diviso in vari gruppi ed accompagnato presso sette diverse postazioni dove ciascuna guida ha presentato un aspetto di rilievo delle Fontane Bianche e delle Volpere, queste ultime  raggiungibili direttamente attraverso una passerella provvisoria. Ad esempio è stato presentato un tratto incontaminato di risorgiva che per la sua elevata qualità ecologica è candidato all’elenco nazionale dei siti di riferimento introdotti dalla Direttiva europea Quadro sulle Acque . E’ evidente che la sola realizzazione delle fondazioni di un’opera di sbarramento costituirebbe un ostacolo per lo scorrimento delle acque di falda con conseguenze irreversibili per l’intero ecosistema.

Dall’osservatorio militare, testimonianza della Prima Guerra Mondiale,  di Casa Breda – Mira è stato visto dall’alto il tratto di fiume sul quale si vorrebbe intervenire: entrambe le sponde hanno natura carsica  e consentirebbero, attraverso le loro fessurazioni e le loro grotte, il passaggio incontrollato di grandissime quantità d’acqua che aggirerebbero il manufatto per la laminazione delle piene.

 

Ai bambini ed ai ragazzi presenti è stato proposto il concorso grafico “Caro amico ti scrivo…dalle  Fontane Bianche”.  Saranno realizzate delle grandi cartoline con disegni e brevi testi per comunicare le emozioni suscitate dalla visita. I lavori saranno esposti alla Festa degli Aquiloni che si terrà in località Musil di Sernaglia il 10 giugno. Gli autori delle opere selezionate saranno premiati con casette per i pipistrelli e con libri!


Il destinatario simbolico di queste cartoline è il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, già contrario alla diga come amministratore provinciale. Dopo il voto contro questa grande opera espresso sia dal Consiglio Regionale  che da tutte le Amministrazioni Comunali del Quartier del Piave e della Vallata, invitiamo nuovamente il presidente Zaia ad esprimere apertamente il suo parere.


Per Legambiente Circolo di Sernaglia
Il presidente Marcello De Noni

Escursioni sulle colline del Quartier del Piave e dintorni

Proponiamo tre escursioni sulle colline del Quartier del Piave e dintorni a scopo ricreativo con spunti per osservazioni naturalistiche e storiche. La partecipazione è gratuita ed aperta a tutti!

Domenica   27 maggio  2012

San Pietro di Feletto

Ritrovo: ore 14.00, a San Pietro Vecchio, piazzale della Pieve
Percorso ( 3 ore più le soste) : S. Pietro Vecchio, Borgo Castagnè, Borgo Anese,molino Crevada, Val Trippera, monumento ai partigiani  Brigata Piave, val Crevada, S.Pietro.

image

spunti: Erosione selettiva e fenomeni di carsismo nella Val Trippera. Antica Pieve del secolo XII. Ruderi del molino Crevada. Architettura tradizionale con materiali locali nelle località rurali tipiche : Borgo Anése e Borgo Castagnè.

 

Domenica 20 maggio 2012

Nervesa

Ritrovo: ore 14.00, a Falzè di P., Monumento Arditi, per organizzazione auto mobili (car pooling)
ore 14.30 Santa Croce del Montello, dopo Nervesa 5 km sulla strada Panoramica.
Percorso ( 3 ore più le soste) : S. Croce, Presa IV, traversa, Presa VII, T. Longo, riva del Piave, Bus Tavaràn Grando, S. Croce.

image

spunti: Fenomeni di carsismo: doline, inghiottitoi, grotte e sorgenti. Itinerari del Montello: bisnent e croderi. Prima Guerra Mondiale: resti di opere militari lungo il Piave e monumenti celebrativi. Museo storico “Don Cesare Giaggio”.

 

Domenica 6 maggio 2012

Pieve di Soligo – Susegana

Ritrovo: ore 14.00, a Barbisano, dopo la chiesa, via Cimitero, area verde
Percorso ( 3 ore più le soste) : Area verde, valle del Lierza, case Sotto Costa, castello di Collalto, Tournichè, Col di Guarda, Casa Montone, Bus dee Fave, Barbisano.

image

spunti: Erosione e formazione di terrazzi lungo la valle del Torrente Lierza. Fenomeni di carsismo nelle colline di Collalto: doline e grotte. Castello di Collalto: Ensedisio I, inizio del sec.XII. Bunker della Prima Guerra Mondiale.

 

Si consigliano: abbigliamento adatto alla campagna, calzature pesanti, berretto ed impermeabile di scorta. Si raccomanda il rispetto delle proprietà private. Durante le uscite si raccoglieranno eventuali piccoli rifiuti.   Si declina ogni responsabilità per gli inconvenienti che possono verificarsi nelle escursioni.

Car pooling , please!

Passeggiata e concorso di disegno

Domenica 29 Aprile passeggiata alla scoperta dei luoghi minacciati dalla diga tra Storia, Natura e Mitologia: Fontane Bianche e Volpere.

Programma:

  • 9:00 ritrovo al guado Barnes (Sertnagli adella Battaglia, località guado Barnes, sulla strada fra Falzé di Piave e Fontigo , seguire le indicazioni per le Fontane Bianche)
  • Breve saluto delle autorità
  • 9:30 inizio visita guidata
  • 12:30 conclusione passeggiata
  • 13:00 rinfresco

 

… e dopo la passeggiata, disegna la tua cartolina!

 

Caro-amico-ti-scrivo-passeggiata

Passeggiate autunnali 2011

Proponiamo tre escursioni sulle colline del Quartier del Piave e dintornia scopo ricreativo con spunti per osservazioni naturalistiche e storiche.Partecipazione gratuita ed aperta a tutti!

 

Domenica 2 ottobre 2011 – Vidor

Ritrovo: ore 14.00, a Vidor,di fronte alla chiesa parrocchialePercorso ( 2 ore e 30 più le soste) :Vidor, Monumento ai Caduti, Col Carpenón,Madonna d. Grazie, Valle della Teva, C. Cordiali,“Stati Uniti”, Cippo S. Curti, S. Bona, P. Barca.

 

Domenica 9 ottobre 2011 – Farra di Soligo

Ritrovo: ore 14.00, a Farra,parcheggio vicino alla Pizzeria La Lanterna.Percorso ( 3 ore più le soste) :Farra, Rui Stort, Gor dea Cuna, Casete Dale,Forcella Xocco, Col Piero, Forcella Colesie,M. Baldachin, La Crose, Farra.

 

Domenica 16 ottobre 2011 – Sernaglia – Susegana

Ritrovo: ore 14.00, Falzè di Piave,parcheggio sul lato opposto al campanilePercorso ( 3 ore più le soste) :Falzè, Pedrè, risorgive del Brait, S. Anna,ponti romani, confluenza fra Soligo e Piave,Villa Jacur e ritorno per lo stesso percorso.

 

 

Si consigliano: abbigliamento adatto alla campagna, calzature pesanti, berretto ed impermeabile di scorta. Si raccomanda il rispetto delle proprietà private. Durante le uscite si raccoglieranno eventuali piccoli rifiuti.

 

Passeggiate autunnali 2011

 

Car pooling , please!

 

Torna all'inizio