Articoli con tag diga Falzé di Piave

Convegno “La Piave: piano stralcio per la sicurezza idraulica e diga di Falzé”

Sabato 27 Ottobre 14:30

Sala Polifunzionale Comunale (P.zza Martiri – Sernaglia della Battaglia)

Il Comune di Sernaglia della Battaglia organizza il convegno La Piave: piano stralcio per la sicurezza idraulica e diga di Falzé 

Disegno Diga Falze Di Piave

Intervengono

  • Ing. Antonio Rusconi, Università di venezia
    (Il Piano di Sicurezza idraulica del medio e basso corso del fiume Piave: filosofia e obiettivi)
  • Prof. Luigi D’Alpaos, Università di Venezia
    (Perché la diga di Falzé)
  • Prof. Paolo Forti, Università Alma Mater di Bologna
    (Compatibilità ambientale tra l’area carsica dle Montello e l’eventuale diga di Falzé)
  • Ing. mariano Carraro, Regione Veneto, Difesa del Suolo
    (Il rischio idraulico del Fiume Piave e le azioni messe in atto anche alla luce delle direttive europee)
  • Ing. Roberto Casarin, Segretario Autorità di Bacino Alto Adriatico
    (Lo stato di attuazione del Piano stralcio per la sicurezza idraulica)
  • Prof. Ezio Todini, Università Alma Mater di Bologna
    (La gestione sostenibile delle emergenze alluvionali alla luce delle direttive europee)
  • Moderatore: Franco Cucchi, università di Trieste

LA CITTADINANZA È INVITATA 

http://www.nodigafalze.it

Comitato NO DIGA Falzé di Piave

In Collaborazione con il Comitato per la difesa del territorio dalla progettata diga di Falzé

Leonardo Muraro alle Fontane Bianche di Sernaglia per dire “No alla diga di Falzé”

Ben più di duecento visitatori hanno partecipato alla manifestazione di domenica 29 aprile proposta
dal circolo Legambiente di Sernaglia e sostenuta dall’Amministrazione Comunale e dal Comitato Anti-diga.

DSC_1467 (Small)
Con il suo intervento, il presidente della Provincia di Treviso ha dato un importante contributo alla difesa del valore inestimabile di questo tratto della golena del Piave ed ha  ribadito che la sicurezza idraulica può essere garantita applicando la legge in vigore cioè realizzando opere di minimo impatto ambientale lungo tutto il corso del fiume. I pregi naturalistici e storici del territorio, il loro valore economico, sono stati evidenziati dalle altre autorità intervenute fra le quali vanno ricordati sindaci  ed assessori comunali del Quartier del Piave, il Presidente del Consorzio Bonifica del Piave, rappresentanti dell’Ordine degli Ingegneri, rappresentanti di associazioni del Montello e degli speleologi veneti.


Il pubblico è stato diviso in vari gruppi ed accompagnato presso sette diverse postazioni dove ciascuna guida ha presentato un aspetto di rilievo delle Fontane Bianche e delle Volpere, queste ultime  raggiungibili direttamente attraverso una passerella provvisoria. Ad esempio è stato presentato un tratto incontaminato di risorgiva che per la sua elevata qualità ecologica è candidato all’elenco nazionale dei siti di riferimento introdotti dalla Direttiva europea Quadro sulle Acque . E’ evidente che la sola realizzazione delle fondazioni di un’opera di sbarramento costituirebbe un ostacolo per lo scorrimento delle acque di falda con conseguenze irreversibili per l’intero ecosistema.

Dall’osservatorio militare, testimonianza della Prima Guerra Mondiale,  di Casa Breda – Mira è stato visto dall’alto il tratto di fiume sul quale si vorrebbe intervenire: entrambe le sponde hanno natura carsica  e consentirebbero, attraverso le loro fessurazioni e le loro grotte, il passaggio incontrollato di grandissime quantità d’acqua che aggirerebbero il manufatto per la laminazione delle piene.

 

Ai bambini ed ai ragazzi presenti è stato proposto il concorso grafico “Caro amico ti scrivo…dalle  Fontane Bianche”.  Saranno realizzate delle grandi cartoline con disegni e brevi testi per comunicare le emozioni suscitate dalla visita. I lavori saranno esposti alla Festa degli Aquiloni che si terrà in località Musil di Sernaglia il 10 giugno. Gli autori delle opere selezionate saranno premiati con casette per i pipistrelli e con libri!


Il destinatario simbolico di queste cartoline è il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, già contrario alla diga come amministratore provinciale. Dopo il voto contro questa grande opera espresso sia dal Consiglio Regionale  che da tutte le Amministrazioni Comunali del Quartier del Piave e della Vallata, invitiamo nuovamente il presidente Zaia ad esprimere apertamente il suo parere.


Per Legambiente Circolo di Sernaglia
Il presidente Marcello De Noni

Assemblea popolare

MARTEDI’ 3 APRILE 2012 alle ore 20.30 presso la sala polifunzionale del comune di Sernaglia della Battaglia, si terrà un’ Assemblea popolare: il comitato No Diga riferirà alla popolazione sugli sviluppi del progetto della diga di Falzé.

Interverranno:

  • PAOLO GASPARETTO (Presidente del Gruppo Naturalistico Montelliano : “Il carsismo e le grotte nelle sponde del Montello e di Falzè. Perché non fare una diga.”
  • MICHELE CESCO (Gruppo Bosco Montello:“Perché no alla diga di Falzè”

La popolazione è invitata a partecipare numerosa.

I colori del Piave

Segnaliamo la proiezione del film documentario I colori del Piave, film documentario alla scoperta del fiume sacro.

Mercoledì 29 Febbraio alle 20:30

La proiezione verrà presentata dall’autore Nic Pinton, giornalista veneziano.

Obiettivo del documentario è scoprire il Piave nei suoi tanti aspetti sconosciuti perdare un contributo alla sua valorizzazione e difesa. È una riflessione anche sul nuovo possibile utilizzo del Piave, non più solo come risorsa da sfruttare,ma come bene da riprogettare in relazione alle nuove esigenze delle comunità che attraversa

Film documentario alla scoperta del fiume sacro

 

Si tratta di un documentario girato quasi esclusivamente dall’acqua, per dare del Piave uno sguardo interno, quasi a guardare il mondo attraverso gli “occhi” del fiume, apertida secoli sul paesaggio veneto, dal Peralba al mare Adriatico.

Navigando il Piave dalla sorgente alla foce, nei tratti dove è ancora possibile,emergono prima di tutto i luoghi del fiume e le loro trasformazioni, le problematiche irrisolte, ma anche la storia, il vissuto fiume, il suo rapporto con i mestieri dell’uomo diieri e di oggi. [fonte: www.antennacinema.it]


 

 

Incontro pubblico contro la diga

Il comitato contro la progettata Diga di Falzè invita tutta la cittadinanza ad un incontro.

MERCOLEDI’ 11 GENNAIO 2012 ALLE ORE 20,30

SALA POLIFUNZIONALE COMUNALE DI SERNAGLIA (P.zza Martiri)

Ordine del giorno

  1. Informazioni  sulla nuova proposta di diga a Falzè
  2. Programmi, obiettivi e strategie del Comitato
  3. Ricostituzione del Comitato

Vi aspettiamo numerosi!

 

Leggi di più su questo tema: No diga a Falzè di Piave

Legambiente Sernaglia scrive a Luca Zaia e a Muraro

Sernaglia della Battaglia – Mercoledì 14 Dicembre 2011

Il Circolo Legambiente di Sernaglia ha invitato i Presidenti della provincia di Treviso e della Regione Veneto a visitare i luoghi coinvolti dalla costruzione della “riesumata” diga di Falzè di Piave. Oltre agli abitati ed alle coltivazioni di Fontigo,le peculiarità storiche, paesaggistiche e naturalistiche delle Fontane Bianche di Sernaglia e delle Volpere di Falzè verrebbero irrimediabilmente compromesse: prima dalle operazioni di costruzione, poi dalla presenza di un manufatto dall’impatto devastante.

 

Con un ambito di circa 100 ettari di golena sulla sponda sinistra del fiume Piave, la rete di corsi d’acqua di risorgivadelle Fontane Bianche costituisce un esempio unico di ambiente umido del tutto integro. L’acqua della falda emerge purissima creando un suo microclima con fauna e flora specifiche. L’area ricca di visitatori per la sua incommensurabile bellezza, risulta di notevolissimo interesse scientifico: ne è ben consapevole la Provincia che sta elaborando il Piano ditutela della Piave e che si è costantemente impegnata a valorizzare questo Sito di Interesse Comunitario.

Altro luogo di notevole rilievo è quello adiacente delle “Volpere” che alla valenza naturalistica aggiunge quella storica: sono presenti testimonianze di insediamenti del neolitico e il visitatore gode di un punto di osservazione straordinario sui luoghi della Grande Guerra.

 

Il circolo Legambiente di Sernaglia, grazie alla stretta collaborazione con i vari enti locali, è riuscito a far conoscere le Fontane Bianche e le Volpere ad un pubblico sempre più vasto ed entusiasta della ricchezza del nostro territorio. I suoi pregi sono stati evidenziati negli ultimi anni da numerosi ospiti di tutto il mondo che hanno aderito ai Campi Internazionali e al Servizio di Volontariato Europeo. Fra le numerose migliaia di visitatori di ogni anno ricordiamo la presenza tradizionale di studenti dei vari ordini di scuole e soprattutto l’accesso di persone diversamente abili grazie al progressivo miglioramento del percorso e degli arredi.

 

L’ evoluzione culturale ha assegnato valore prioritario alla salvaguardia della natura e delle nostre radici storico culturali, non può quindi accettare progetti distruttivi che sacrificano l’amore di una comunità per il suo territorio avantaggio degli interessi di pochi. Svariate esperienze europee ci insegnano che non le dighe, ma tanti bacini diespansione , disseminati lungo tutto il fiume e tutti i suoi affluenti, permettono di aumentare i tempi di deflusso delleacque e di controllare le piene eccezionali.

 

I soci ed i simpatizzanti del Circolo Legambiente di Sernaglia confidano nella sensibilità di Luca Zaia e Leonardo Muraro quali persone che stanno lavorando tenacemente per la difesa dell’identità veneta, con la consapevolezza che distruggere un territorio significa tagliare le radici vitali della cultura.

 

Chiedono quindi di poterli accompagnare in una visita approfondita delle Fontane Bianche e delle Volpere in un giorno da loro scelto secondo la loro disponibilità.

 

Per saperne di più: No Diga a Falzè di Piave!

 




Diga a Falzè di Piave. Importante!!!!

C’è un progetto del Prof. D’Alpaos appoggiato dalla Regione Veneto per la realizzazione di un invaso da Falzè di Piave fino a Fontigo tramite costruzione di una diga a Falzè di Piave.  Questo progetto, se realizzato, provocherà danni incalcolabili alle popolazioni ed agli abitati di Falzè di Piave, Sernaglia e Fontigo.

NO Diga a Falzé di Piave!

NO Diga a Falzé di Piave!

 

Non solo, le Fontane Bianche e le Volpere,

patrimonio regionale e aree protette dalla Unione Europea,

spariranno per sempre!!!


Noi diciamo un NO intrattabile a questo progetto e ti chiediamo i sostenere la nostra battaglia.

Esistono soluzioni alternative, come quella individuata nello studio ministeriale sulla sicurezza idraulica realizzato nel 2009 che prevede casse di espansione.

Resta in contatto con noi, ti terremo informato e potrai sostenere le iniziative di protesta  che verranno messe in atto già dai prossimi giorni.

 

 

Torna all'inizio